Ve los barcos viejos de la Boca, triturados por el sol, muertos o moribundos como el agua, recordando con nostalgia porteña los tiempos en que el río era la vida, aferrados al bullicio de las familias numerosas que llegaban a apiñarse en los conventillos,... pintaban sus casas con los ruidosos colores de los barcos y sembraban para siempre en esas tierras sus acentos y ademanes.
   Ve los avisos en italiano, en alemán, en francés o en armenio, explicando y justificando el aire de lejanía que hay en las caras.

Vedere le vecchie barche della Boca,strittolati dal sole,morte e moribonde come l'acqua,ricordando con nostalgia portuale y tempi quando il fiume era vita,afferrati al frastuono delle famiglie numerose che arrivavano ad abitare i conventillos ...pitturavano le case con i sgargianti colori delle barche e seminavano per sempre in quelle terre y suoi accenti e maniere.I cartelli in italiano,tedesco,francese o in armeno,spiegano e giustificano l'aria di lontananza nei loro visi.

     

 

 

 

 

 

 

 

 

||| Negli anni che vanno dal 1869 al 1904 la popolazione in Argentina è aumentata di cinque volte.Questa crescita demografica ha portato come conseguenza una evidente  mancanza di alloggi.

Il conventillo è diventata la dimora più popolare e abituale
È un palazzo, inizialmente la residenza degradata di una famiglia dell'alta borghesia, anche se furono costruiti molti proprio a questo scopo, destinato all'affitto di abitazioni per poveri, generalmente immigrati recenti, con servizi in comune.

 Il "conventillo" aveva quasi sempre un grande cortile rettangolare con delle vasche in cemento al centro, per lavare panni e persone, gabinetti in fondo, e l'appartamento del custode verso la strada. Le stanze si allineavano intorno al cortile, a volte chiuse solo da tende di paglia, con un piano superiore accessibile da un corridoio aperto comunicato con il cortile da una o due scale di ferro. Non c'era limite alla quantità di persone che potevano occupare una stanza, normalmente tra una e cinque o sei, includendo numerosi bambini. La vita sociale si svolgeva nel cortile, dove gli ambulanti italiani parcheggiavano inoltre i loro carretti. 

 

Questi tipi di case erano molto comuni nel quartieri di Montserrat, Balvanera, Constitución, Barracas e La Boca.

Nel 1904 si calcolava che in Buenos Aires esistevano circa 2400 case dove si affittavano 140.000 stanze.