Già all’attracco del piroscafo, qualunque fosse il porto di destinazione, gli emigrati cominciavano a rendersi conto di essere giunti nell’America com’era e non come l’avevano sognata. 

Le immagini da paradiso terrestre di cui si erano riempiti gli occhi e la mente trovavano scarso riscontro nelle pesanti formalità burocratiche cui venivano sottoposti nel grande centro di accoglienza di Ellis Island a New York

 Chi era diretto in Argentina era accolto nell’ Hotel degli Immigranti di Buenos Aires, e coloro che arrivavano in Brasile nell’ “Hospedaria” di San Paulo.